PRINCIPI FONDAMENTALI 

 

 

La Massoneria è luogo di ricerca, di conoscenza e di elevazione spirituale; è luogo di libero pensiero e di sviluppo della e delle libertà.

La Massoneria è universale, non mondialista o globalista; non intende governare il mondo, ma la sua dichiarata universalità è l’affermazione del suo essere un'eteria iniziatica che guarda all'universo, ossia che afferma di andare verso l'Uno-Tutto, alla ricerca della verità.

La verità è universale ed è per questo motivo che la Massoneria si dichiara adogmatica e liberale.

La verità non è racchiudibile in dogmi, precetti, dottrine, catechismi; è obbiettivo e finalità di incessante ricerca.

La verità è orthotes, esatta corrispondenza, allorquando si ricercano, attraverso le leggi di natura, le regole che presiedono all'Universo (inteso come l'Uno-Tutto) e, come ci insegna la storia della umana ricerca filosofica e scientifica, tale ricerca non è compiuta, ma è in divenire.

Nessuno, per ora, ha la verità, nemmeno quando essa è intesa come orthotes.

C'è un di più di verità, che attiene alla libertà, ossia al libero pensiero, che non è racchiudibile nel concetto di orthotes e che implica il concetto di aletheia, di svelamento; è quel di più di verità che attiene a quell'attività umana che è intuizione che si apre all'ispirazione. 

La Massoneria non ha segreti, ma cerca il segreto: il segreto della vita, dell'universo, dell'origine del Tutto. 

Ecco perché non ha senso parlare di segreto massonico. La Massoneria cerca la verità con la libera ricerca; è adogmatica e liberale (nel senso dell'esercizio del libero pensiero).

La Massoneria è esercizio di conoscenza libera che ricerca la verità universale.

La Massoneria è ricerca di noi stessi  nel rapporto con il Tutto. Grande approdo, ma questo approdo, che è davvero incomunicabile, non è un segreto, ma un'esperienza indicibile. Dante docet.

La Massoneria proclama, come ha proclamato sin dalla sua origine, l'esistenza di un principio creatore, sotto il nome di Grande Architetto dell'Universo.

Per secoli i massoni hanno osservato la natura, apprendendone le regole e applicandole alle loro opere.

La fedele osservazione della natura si è fatta intuizione dell’eterno e dell’infinito e tensione conoscitiva del Divino e non si è espressa in formulazioni concettuali di specie dogmatica; non ha fondato alcuna dottrina.

L’intuizione dell’eterno e del Divino ha condotto ad “un’immagine autonoma e primitiva, preconscia e universalmente presente nella costituzione della psiché umana”, ossia all’archetipo di un Principio creatore emanativo origine di ogni esistenza.

La definizione di tale archetipo, con le parole che ci sono consegnate dalla tradizione greca, può essere così espressa: l’inconoscibile totalità abissale dell’Arché, con Logos, parzialmente e perennemente, si esprime, si evidenzia, si manifesta nella vita universale, ossia nella forma naturale, della quale l’Essere è essenza e fondamento.

La Massoneria non impedisce ad alcuno di declinare un principio universale in opinioni particolari, ma esclude che opinioni particolari possano assurgere a principio universale obbligante e che un’ideologia possa considerarsi vera, unica e totalizzante.

La Massoneria non impone alcun limite alla ricerca della verità ed è per garantire questa libertà di ricerca che esige da tutti la tolleranza.

L’umanità è un insieme di individui, di diversità etniche, culturali, linguistiche, religiose, sessuali. Diversità che sono ricchezze da difendere da ogni tentativo di omologazione e di sottomissione. Diversità che vanno armonizzate, per fare dell’umanità una grande orchestra e di questa armonizzazione la Massoneria, come centro di unione, si fa strumento consapevole.

Lavorare per armonizzare i valori delle diversità implica acquisire la capacità di essere tolleranti, ma la tolleranza non è senza limiti e quando diventa tolleranza dell’intolleranza si trasforma in connivenza o, peggio, in vigliaccheria.

La Massoneria interdice nelle sue Officine ogni discussione politica e religiosa; accoglie qualunque profano, sia esso uomo o donna, senza preoccuparsi di conoscere quali siano le sue opinioni politiche e religiose, purché sia libero e di buoni costumi e non professi idee che limitano la libertà altrui.

La Libera Muratoria ha per scopo di lottare contro l’ignoranza sotto tutte le forme.

La Libera Muratoria pone, come principio che il bene più prezioso è la libertà.

La libertà è patrimonio dell'umanità e nessun potere ha il diritto di spegnerla o di offuscarla.

La Massoneria richiede il rispetto delle Leggi dello Stato.                       

 

 

 

I like very much this iPage Hosting Review because this is based on customer experience. If you need reliable web hosting service check out top list.

Serenissima Gran Loggia Nazionale Italiana
degli
A.:L.:A.:M.:
Sito Ufficiale

Copyright Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.