I Quatuor Coronati

Di Silvano Danesi, M:.V:. della R:.L:. Quatuor Coronati

 I Quatuor coronati o, come alcuni sostengono, i Quatuor cornicularii, ai quali nella tradizione massonica sono dedicate logge regolarmente costituite da massoni e alle quali afferiscono corrispondenti esterni, non necessariamente massoni, sono,  se stiamo alle leggende che li riguardano e che si sovrappongono, quattro scalpellini o quattro santi "sacrificati". Ai quattro scalpellini, nella leggenda loro propria, si aggiunge un tale Simplicio che ne ricompose i corpi e fu per questo giustiziato.

 Sottesa alle leggende cristiane, che la velano, possiamo scorgere l'antica ritualità riguardante il sacrificio vedico, la quale, declinata in vari modi, ha influenzato le tradizioni di molti popoli, tra i quali quelli che hanno formato nei secoli l'Europa e dalla cultura dei quali  è scaturita la tradizione massonica.

 Il sacrificio primordiale di Prajapati, il Signore delle creature, colui il cui nome segreto è Ka? (Chi?), l'Unicità che ha dato luogo alla molteplicità.

 Il sacrificio è quello delle vittime smembrate, le cui carni il sacrificatore ricompone sull'altare di mattoni (Agni), consegnandole al fuoco (Agni) che le riconduce a unità.

 Tra gli animali, quelli sacrificabili sono soltanto i domestici e, precisamente, cinque fra di essi, uno dei quali è l'uomo, nel quale intravvediamo, in controluce, Simplicio (nome evocante la semplicità, dalla radice *plek=piegare, dove semplice è il ripiegato su se stesso): il ricompositore sacrificato. …….

Segue nel pdf allegato.

 Quattuor Coronati.pdf

I like very much this iPage Hosting Review because this is based on customer experience. If you need reliable web hosting service check out top list.

Serenissima Gran Loggia Nazionale Italiana
degli
A.:L.:A.:M.:
Sito Ufficiale

Copyright Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.